[Chiudi]

News e Comunicati Stampa dal Gruppo SNIA

Data

2001-10-01 

Titolo

Dal 1° ottobre esecutiva la cessione ad Isagro delle attività agrochimiche Caffaro 

News

Milano, 1 ottobre 2001 - Ha avuto esecuzione questo pomeriggio a Milano il contratto sottoscritto lo scorso 4 luglio tra la Caffaro SpA, società controllata da Snia SpA, e il Gruppo Isagro ed avente ad oggetto la cessione del ramo d’azienda Agrochimica di Caffaro. La conclusione dell’operazione è avvenuta ad un valore di circa 95 milioni di Euro. Con questa cessione Snia esce da un business storicamente legato al marchio Caffaro, ma le cui dinamiche di sviluppo non erano più coerenti con la strategia di riposizionamento del core business del Gruppo.

L’operazione, che è stata conclusa con l'assistenza di Interbanca, prevede la cessione degli impianti produttivi di Aprilia (Latina), Adria (Rovigo), dell’unità di ricerca di Galliera (Bo) e delle strutture gestionali localizzate presso il centro direzionale di Cesano Maderno. Del ramo d’azienda ceduto non fa parte la produzione del chlorothalonil, strettamente integrata con quelle di principi attivi ed intermedi chimici dell’unità di business di chimica fine della Caffaro. Le attività di Caffaro oggetto della cessione (che comprendono produzioni di sostanze per la protezione e nutrizione delle colture agricole) hanno registrato nell’esercizio 2000 ricavi per circa 115 milioni di Euro.

"La positiva conclusione di questa operazione avviene nel rispetto dei tempi che ci siamo dati all’inizio dell’anno ed è coerente con il piano strategico di sviluppo del gruppo Snia" ha commentato Umberto Rosa, Presidente e Amministratore Delegato Snia.

La cessione del ramo d’azienda è stata effettuata da Caffaro ponendo quali requisiti principali la valorizzazione economica del business e la ricerca di un partner che fosse in grado di massimizzarne le potenzialità di sviluppo. "Siamo convinti che il Gruppo Isagro saprà valorizzare il capitale umano, professionale, tecnologico ed economico che Caffaro da molti anni detiene" ha dichiarato Giovanni Ardizzone, Responsabile della B.U. Agrochimica di Caffaro.

Isagro è l’unica tra le realtà italiane operanti nel settore dei prodotti fitosanitari per l’agricoltura impegnata nell’attività di Ricerca e Sviluppo di nuovi principi attivi. Isagro ha conseguito nel 2000 un fatturato di circa 70 milioni di Euro distribuendo i suoi prodotti in oltre 60 paesi del mondo.